Post con il tag: "(Plastica)"



15. aprile 2021
Le microplastiche possono costituire una minaccia per il corallo rosso (Corallium rubrum)
I molteplici impatti delle microplastiche possono causare conseguenze a livello molecolare, fisiologico, epidemiologico ed ecologico sui coralli (Corallium rubrum) e altri predatori marini.
05. giugno 2020
Il coinvolgimento del pubblico nella pulizia dei rifiuti lungo le spiagge è una pratica di volontariato diffusa in tutto il mondo. Anche in Italia, ormai, non si contano più le giornate dedicate dai volontari a questo tipo di attività.
14. maggio 2020
Di tutta la plastica che entra negli oceani ogni anno solo l'1% fluttua sulla superficie. Quindi dov'è il resto?
09. marzo 2019
Le proteine di calamaro possono essere utilizzate per produrre materiali di prossima generazione in una serie di ambiti che includono energia e biomedicina, così come i settori della sicurezza e della difesa.
08. gennaio 2019
Una prima indagine nel suo genere dell'Università di Tel Aviv rileva che le microplastiche sono presenti in ascidie solitarie lungo tutta la costa israeliana. È questo il primo studio che esamina la contaminazione da additivi plastici negli organismi marini nel Mediterraneo orientale e nel Mar Rosso.
17. novembre 2018
A terra, i lombrichi ingurgitano foglie e funghi morti rilasciando piccoli pezzi di materia organica che arricchiscono il terreno.
02. novembre 2018
Le concentrazioni di microplastiche nello strato superficiale degli oceani sono inferiori al previsto.
13. agosto 2018
Uno studio, pubblicato su PLOS One, riporta l'inaspettata scoperta della produzione universale di gas a effetto serra, metano ed etilene, dalle plastiche più comuni esposte alla luce solare.
13. luglio 2018
Per le tartarughe marine che nidificano sulle spiagge un tempo incontaminate che delimitano il Golfo del Messico, pezzi di plastica di spessore millimetrico, chiamati microplastiche, rappresentano una minaccia particolarmente urgente.
04. luglio 2018
Uno studio condotto da ricercatori australiani ha trovato che il krill può digerire certe forme di microplastica in frammenti più piccoli, ma non pervasivi. Secondo lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Communications, il krill antartico, Euphausia superba, può scomporre sfere di polietilene da 31,5 micron in frammenti con diametro inferiore a un micron.

Mostra altro